Come recuperare gli scarti della lavorazione dei peperoni, con poca spesa

Sfida:

Il Cliente ci ha chiesto di poter recuperare i molti scarti di lavorazione della sua linea per peperoni, ricavandone prodotti trasformati come julienne , falde e bastoncini. La limitazione principale è rappresentata dalle quantità, che non consentono di fare una linea dedicata né di avere macchinari troppo ingombranti; di contro, macchinari di piccole dimensioni non garantiscono il livello qualitativo richiesto e generano a loro volta scarti di produzione troppo elevati.

 

Cosa abbiamo fatto:

Abbiamo incaricato un costruttore nostro partner di testare varie soluzioni, modificando una macchina esistente che già sapevamo rientrare dimensionalmente nei parametri del cliente. Sono quindi state apportate modifiche ai sistemi di taglio e ai gruppi pneumatici, in modo tale da garantire una potenza appropriata ad effettuare un taglio netto, riducendo così al minimo gli sfridi.

 

Risultato:

Il cliente ci ha commissionato la realizzazione di questa linea, che ha una produttività complessiva di 300kg/h; oltre a tagliare gli scarti dei peperoni, li lava e li calibra, consegnando il prodotto finito pronto per essere imbustato. Se il Cliente avesse dovuto sviluppare la stessa linea con macchinari esistenti sul mercato avrebbe dovuto investire circa 50.000€, mentre con noi è riuscito a contenerlo in 25.000€, grazie al lavoro di ricerca e sviluppo effettuato congiuntamente al costruttore nostro partner.