A ciascun tipo di patata la giusta soluzione ottica | Sgorbati Group

A ciascun tipo di patata la giusta soluzione ottica

Come ad ogni inizio anno, mi cimento in una lista delle macchine che più mi hanno più colpito nel corso dell’anno appena concluso e che ho avuto modo di vedere in funzione personalmente; non amo infatti commentare ciò che non conosco direttamente.

Oggigiorno parlare di soluzioni ottiche per la lavorazione delle patate non è più una novità; sono molteplici le soluzioni sul mercato, che risultano essere più o meno performanti.

La lavorazione delle patate però consta di diversi processi e le soluzioni ottiche per ottimizzare la linea sono diverse per ogni processo.

Pertanto, mentre nel mondo ideale si dovrebbe utilizzare una specifica selezionatrice per ogni processo (e le aziende di trasformazione di una certa dimensione già lo fanno), nel mondo reale (delle piccole e medie aziende) si deve analizzare e valutare attentamente dove si avrebbero i maggiori vantaggi grazie all’utilizzo di questo tipo di tecnologia.

Vediamo con ordine quali sono le opzioni disponibili e le rispettive aree di applicazione:

  1. Selezionatrice ottica per patate sporche: normalmente posizionata all’esterno del capannone, nell’ area di scarico del prodotto, permette di eliminare subito la maggior parte delle patate marce e dei corpi estranei. Abbinata ad uno sterratore, permette di lasciare fuori dal magazzino la maggior parte dello scarto. Capacita? Direi che si può star tranquilli arrivando alle 100 tonnellate orarie ed oltre (si avete letto bene, tonnellate).
  2. Selezionatrice ottica per patate lavate: una volta che le patate sono all’interno del magazzino e sono state lavate, sarà più facile notarne i difetti e classificarle secondo diverse categorie di qualità. Il vantaggio di posizionare la selezionatrice in questo punto è dunque il maggior grado di accuratezza. Questo tipo di selezionatrice è dotata anche, come option, di laser per la rimozione dei corpi estranei; questi non sono identificabili con le telecamere, ma solo grazie ad un laser, che lavora misurando densità dei prodotti. In questo caso le capacità non arrivano alle 20t/ora, per cui potrebbero esser necessarie più macchine in parallelo, nel caso di grosse produzioni.
  3. Calibratrice ottica per patate: quando, oltre a selezionare, è necessario calibrare il prodotto. Questa macchina è in grado di distinguere qualità e dimensioni, permettendo di migliorare notevolmente il lavoro del confezionamento. Si possono avere fino a 5 uscite, più una per lo scarto. La capacità oraria cala drasticamente rispetto alle due selezionatrici citate in precedenza, ma d ‘altronde la macchina oltre a selezionare le patate le calibra pure.
  4. Selezionatrice ottica per patate pelate: nel mondo della IV Gamma si sa bene che talvolta una patata, dopo essere stata pelata, rivela dei difetti che altrimenti non sarebbero stati riscontrabili, oppure la pelatura non è stata eseguita in modo ottimale e pertanto la patata deve tornare alla pelatrice. In questo caso si adotta una soluzione che separa le differenti qualità e che permette di tornare alla pelatrice nel caso in cui il prodotto risultasse non finito.
  5. Selezionatrice ottica a nastro per patate tagliate: viene utilizzata dopo che la patata, tagliata a stick, cubetti o rondelle, necessiti di essere visionata per trovare ulteriori difetti, quali macchie nere. Questa macchina è in grado di analizzare tutti i lati del prodotto alla ricerca dei difetti inseriti.

Nel caso di trasformazione termica del prodotto (cottura o surgelazione), o di chips fritte, vi sono inoltre ulteriori stadi di controllo per garantire al consumatore che il prodotto uscito sia conforme.

E la vostra esigenza qual è?

Alberto

Ultimi aggiornamenti
visar sorting
Eventi,

Open Day Visar Sorting: vieni a scoprire la selezionatrice ottica Visar Sortop

Sustainability Management
Approfondimenti,

Sustainability Management: il nostro servizio per una gestione efficace e sostenibile dei progetti aziendali

Chatta con me
Ciao!
Fammi sapere se hai domande particolari o prova a spiegarmi cosa stai cercando. Sarò lieto di darti un consiglio.