La lavorazione asparagi 4.0: come sfruttarne i vantaggi | Sgorbati Group

La lavorazione asparagi 4.0: come sfruttarne i vantaggi

Questo non è il primo articolo che sviluppo sul tema 4.0, perciò le mie considerazioni sono note: l’obiettivo deve essere non quello di avere un credito di imposta, comunque beneficio importante, ma di rendere più efficiente la propria azienda….

Questo non è il primo articolo che sviluppo sul tema 4.0, perciò le mie considerazioni sono note: l’obiettivo non deve essere quello di avere un credito di imposta, comunque beneficio importante, ma di rendere più efficiente la propria azienda.

Non fa eccezione la lavorazione degli asparagi, la cui linea, pur essendo composta da relativamente pochi macchinari rispetto a quelle per altri ortaggi, offre comunque la possibilità di sfruttare digitalmente i dati forniti dai macchinari di ultima generazione.

Vediamo quali dati si possono raccogliere e come sfruttarli per migliorare l’efficienza del processo.

Partiamo dalle macchine coinvolte.

Calibratrice per asparagi

La regina indiscussa del magazzino di lavorazione asparagi è la calibratrice per asparagi che, superata una soglia minima (tra i 5 e i 10 ettari), diventa imprescindibile per gestire i carichi di lavoro che richiederebbero altrimenti una manodopera esagerata, sempre che la si trovi, e costi fuori controllo.

Parliamo quindi di un’azienda dotata di calibratrice, grazie a cui si possono ottenere diversi dati relativi alla produzione.

Innanzitutto si ha la situazione precisa per numero di pezzi passati e classificati secondo le varie pezzature inserite nel programma di lavorazione.

Ultimamente è stata anche inserita la possibilità di tracciare in entrata le cassette che arrivano dai vari campi, per sapere esattamente quanti asparagi sono arrivati da ogni terreno, di che qualità e di che pezzatura.

Se la calibratrice è dotata di bilance è possibile intersecare i dati ottenuti con anche il peso degli asparagi, avendo cosi una fotografia perfetta del prodotto lavorato.

Pesatrice combinata

Talvolta però, per esigenze di lavorazione, si preferisce differire la pesatura in un secondo momento, attraverso l’utilizzo di una pesatrice combinata che, essendo dedicata unicamente a questa operazione, permette di ottimizzare gli scarti di peso. Anche qui è possibile inserire, scansionando tutti i codici a barre delle cassette, continuare con la tracciabilità del prodotto.

Legatrice

Infine si ha la legatrice, anche se solo pochi magazzini hanno attualmente automatizzato questa fase; chiaramente questa macchina produce il dato sul numero di mazzi lavorati.

Altro

Talvolta si possono anche avere una pelatrice (soprattutto per asparagi bianchi) o una confezionatrice.

Ovviamente tutte le macchine di cui ho parlato devono rispondere ai requisiti dell’industria 4.0: dall’interconnessione con il gestionale aziendale (che andrà realizzata da figura ad hoc) alla possibilità di assistenza in remoto, all’interfaccia di facile interpretazione ed utilizzo.

Una volta verificata la presenza dei requisiti minimi, i vantaggi che derivano da una siffatta linea sono:

  • dati chiari e incontrovertibili sulla produzione, gli scarti, la redditività. Avendo una mole di dati disponibili e di facile lettura è più semplice prendere decisioni che massimizzino l’efficienza e la profittabilità dell’azienda;
  • ordini immediati: dal gestionale si possono inviare gli ordini direttamente alla linea di lavorazione, con già definite le varie  specifiche, quali calibro, fioritura, quantità ecc.
  • riduzione dei tempi di fermo, nonché minori costi di assistenza;
  • migliore gestione della produzione in campo, identificando i campi meno redditizi.

E’ chiaro che molte di queste attività vengono già gestite analogicamente dalla aziende, ma avere dei dati immediatamente disponibili in maniera più precisa e puntuale riduce la possibilità di commettere errori.

Essendo l’asparago una coltura che negli ultimi anni ha visto assottigliarsi enormemente i margini di guadagno, per via dei volumi sempre maggiori offerti sui mercati (anche se quest’anno forse si è assistito a un’inversione di tendenza), del clima (gelate tardive, caldo anomalo, ecc.) e dell’accavallarsi della produzione di varie aree italiane e straniere, avere uno strumento per recuperare un’efficienza anche minima che sia, è assolutamente una opportunità da cogliere al volo.

Alberto

Ultimi aggiornamenti
visar sorting
Eventi,

Open Day Visar Sorting: vieni a scoprire la selezionatrice ottica Visar Sortop

Sustainability Management
Approfondimenti,

Sustainability Management: il nostro servizio per una gestione efficace e sostenibile dei progetti aziendali

Chatta con me
Ciao!
Fammi sapere se hai domande particolari o prova a spiegarmi cosa stai cercando. Sarò lieto di darti un consiglio.